CONTATTI

Da qui risolveremo i tuoi dubbi sul funzionamento dell'ecommerce
Prima di chiamare ti consigliamo di consultare la nostra GUIDA ALL'ACQUISTO

Tel.0733639417 oppure chat Primissima
Dal lunedi al Venerdi

Mattinodalle 9:00 alle 12:00
Pomeriggiodalle 14:30 alle 18:00

Modulo contatti

Come lavare i maglioni di lana

come-lavare-la-lana
I vostri maglioni di lana si infeltriscono e si riempiono di pallini? Niente panico! Oggi vi diamo qualche consiglio pratico su come lavare al meglio i vostri capi in lana evitando di rovinarli.

Innanzitutto vi consigliamo di non utilizzare la lavatrice, ma se proprio non potete farne a meno, fate massima attenzione a non impostare un programma che vada oltre i 40° ed evitate la centrifuga. Se però, come speriamo, non volete provare l’ebbrezza di ritrovarvi un maglione pieno di pallini, allora bisognerà lavarlo a mano! ;)

LEGGI ANCHE: COME LAVARE LA MAGLIETTA CON STAMPA SERIGRAFICA

Per prima cosa immergete il capo in una bacinella di acqua tiepida con un po’ di detersivo specifico per capi in lana; lasciatelo a mollo per circa mezz’ora in modo da consentire alle fibre di bagnarsi completamente, iniziate a muoverlo nell’acqua e quindi toglietelo dalla bacinella e riimmergetelo per diverse volte.

Se ci sono dei punti che sono più sporchi, come potrebbero essere i polsi o il collo, strofinateli con cura fino a che non vedrete la macchia sparire, facendo attenzione a non strofinare lana contro lana per prevenire l’infeltrimento.

A questo punto non vi resta che sciacquare il maglione più e più volte sotto l’acqua corrente fino a che non avrete eliminato tutto il detersivo presente.

Una volta che il vostro capo in lana sarà lavato, dovrete aver cura anche del modo in cui lo asciugate. Il calore, lo sfregamento e i detergenti non adatti sono infatti i peggiori nemici della lana. Quello che vi consigliamo di fare è arrotolare il maglione all’interno di un asciugamano e strizzarlo con cautela per eliminare l’acqua in eccesso; successivamente stendetelo in piano e lontano dalle fonti di calore.

 



Leave a Reply